Lasagne ai carciofi

Lasagne ai carciofi con besciamella e fiordilatte

Eccomi qui, di nuovo con una ricetta a base di carciofi! Spero mi perdonerete per aver pubblicato due ricette di seguito con lo stesso ingrediente ma la dura vita dei food blogger è fatta anche di questo: gli attacchi compulsivi riguardo ai propri cibi preferiti sono un classico, senza dimenticare il fatto che spesso gli esperimenti precedenti si trasformano in una catena di acquisti alimentari da utilizzare o riutilizzare. In questo caso, i carciofi che facevano bella mostra di sé, crudi, nelle foto della ricetta precedente non aspettavano altro che di essere utilizzati quanto prima.

Non che sia stato un gran sacrificio per me, che li mangerei pure nel cappuccino! Fortunatamente l’altro giorno sono riuscita magicamente a ritagliarmi qualche ora per pasticciare in cucina, così ho potuto preparare un piatto che non è esattamente adatto per i giorni infrasettimanali ma tant’è… mi piace sfruttare le opportunità quando mi si presentano, e così ho preparato una piccola lasagna come se fosse domenica!

Ho avuto anche il tempo di fare una passeggiata da Biopolis, dove ho preso della semola di grano duro Cappelli per fare la pasta all’uovo per la lasagna e, che dire… la differenza si sente!
Gli ingredienti riportati bastano per una teglia da 17 x 24 cm, sufficiente per 3-4 persone dall’appetito normale oppure 2-3 persone dall’appetito robusto!

Ingredienti
Per la pasta

  • 100 g di semola di grano duro Cappelli
  • 1 uovo

Nota: per la ricetta sono necessarie tre sfoglie di pasta sufficienti a coprire le dimensioni della pirofila. Io ho fatto un uovo di pasta e mi sono avanzate tre sfoglie che ho conservato in freezer.

Per il ripieno

  • 2 carciofi
  • 1 limone
  • 1/2 cipolla piccola
  • olio extravergine
  • sale q.b.
  • pepe q.b. (a piacere)
  • 125 g di fiordilatte

Per la besciamella al parmigiano

  • 250 g di latte intero
  • 12 g di burro
  • 15 g di farina 00
  • 2 cucchiai colmi di parmigiano
  • sale q.b.
  • latte per diluire eventualmente la besciamella q.b.
  • parmigiano grattugiato

Come si fa
Preparate prima di tutto il fiordilatte, tagliandolo a fette che metterete in un colino o sul bordo di un piatto fondo per eliminare il latte in eccesso. Preparate la pasta all’uovo nel modo consueto e lasciatela riposare per circa mezz’ora coperta con una ciotola.
Nel frattempo pulite i carciofi e affettateli a spicchietti, lasciandoli in una ciotola con acqua fredda acidulata con limone (se non vi piace il gusto del limone, potete metterli in acqua resa freddissima con dei cubetti di ghiaccio e cuocerli immediatamente dopo averli tagliati). In una padella, fate soffriggere dolcemente in 2-3 cucchiai di olio extravergine la cipolla affettata sottilmente, quindi unite i carciofi affettati e fate stufare a fuoco dolce finché non saranno morbidi. Regolate di sale e lasciate intiepidire.
Preparate la besciamella (deve essere abbastanza fluida, per quello ho ridotto la dose di farina rispetto a quella classica, potete scendere fino a 10g, così non sarà necessario eventualmente diluire la besciamella una volta che si sarà raffreddata): in un pentolino, fate sciogliere il burro e aggiungete la farina. Mescolate e fate assorbire la farina prestando attenzione a non far scurire eccessivamente il composto. Aggiungete piano il latte tiepido a filo e mescolate finché la salsa non si sarà addensata. A fuoco spento, unite il parmigiano e regolate eventualmente di sale.
Stendete la pasta e scottate le sfoglie per un paio di minuti in acqua bollente salata. Raffreddatele prima in una ciotola con acqua fredda salata e poi fatele asciugare su un canovaccio pulito (lavato senza ammorbidente).
Mescolate i carciofi a 2/3 della besciamella.
Tritate grossolanamente la mozzarella con il coltello.
A questo punto, potete comporre gli strati: versate poco latte sul fondo della teglia e disponete il primo strato di pasta.
Aggiungete metà dei carciofi mescolati con la besciamella, una spolveratina di parmigiano e metà della mozzarella tritata, a piacere potete condire con una macinata di pepe nero.
Coprite con un secondo strato di pasta, quindi con un altro strato di carciofi, spolverata di parmigiano, mozzarella e pepe.
Coprite con l’ultimo strato di pasta e con la besciamella tenuta da parte (se si fosse addensata troppo, potete diluirla con poco latte intiepidito). Rifinite con una bella spolverata di parmigiano e infornate a 180° per 30-40′ o finché non si sarà creata una bella crosticina dorata.
E buon appetito!

Lasagne ai carciofi con besciamella e fiordilatte

Una piccola nota finale: seguendo la ricetta, il ripieno tende a prevalere sulla pasta. Non è una scelta casuale perché personalmente non amo molto le lasagne con tanti tanti strati di pasta e poco ripieno. Se però volete che la pasta si senta un po’ di più, potete aggiungere uno strato. Per adattare il ripieno a una versione con 4 strati di pasta, vi consiglio di tritare grossolanamente gli spicchietti di carciofo con la mezzaluna, in modo da ridurne le dimensioni. Realizzerete poi la besciamella con 100 g di latte in più, regolando di conseguenza anche la dose di farina e burro, e infine utilizzerete un po’ di fiordilatte in più (180-200g anziché 125). Spero di essere stata chiara 🙂

(Visited 330 times, 1 visits today)

Comments

  1. Leave a Reply

    Cucina che ti passa - RUMI -
    27 febbraio 2015

    ah come ti capisco! delle volte sono presa anch'io dall'istinto di comprare sempre lo stesso ingredienti (oppure ne compro o ne ricevo tanto in regalo) quindi vivo di quell'ingrediente fino a quasi diventare io stessa quella cosa!
    So che presto inizierò con i carciofi e non posso non pensare di fare queste lasagne!!
    ottime davvero, ho già la bavetta alla bocca!

  1. Lasagna zucca e funghi | Food for the soul - […] veloce: di solito preferisco preparare la pasta fresca in casa, come avevo fatto per questa lasagna ai carciofi ad…

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Crema di cavolfiore